IL MACELLAIO

EL CARNICERO


El carnicero es una película erótica de 1998 dirigida por Aurelio Grimaldi , protagonizada por Alba Parietti .


macellaio_Alba_Parietti_Aurelio_Grimaldi-001.jpg 


TÍTULO ORIGINAL Il macellaio 

AÑO 1998
IDIOMA Italiano
SUBTITULOS Español e Inglés (Separados)  
DURACIÓN 86 min.  
DIRECTOR Aurelio Grimaldi 
GUIÓN Aurelio Grimaldi (Novela: Alina Reyes) 
MÚSICA Mario Soldatini 
FOTOGRAFÍA Romano Albani 
REPARTO Alba Parietti, Miki Manojlovic, Lorenzo Majnoni, Rosa Pianeta, Giulio Base, Caterina Vertova, Cinzia Insinga, Alessandra Costanzo 
PRODUCTORA Coproducción Italia-EEUU; Freeway Production 

GÉNERO Drama | Erótico  

macellaio_Alba_Parietti_Aurelio_Grimaldi-004.jpg


SINOPSIS Una mujer refinada, propietaria de una galería de arte, tiene una aventura amorosa con un carnicero que posee un encanto especial para seducir a las mujeres. (FILMAFFINITY) 


macellaio_Alba_Parietti_Aurelio_Grimaldi-006.jpg

[ modifica ] TramaArgumento


Alina ( Alba Parietti ) è la moglie di Daniele ( Lorenzo Majnoni ), un direttore di orchestra molto affermato perennemente all'estero per lavoro.Alina ( Alba Parietti ) es la esposa de Daniel ( Lorenzo Majnoni ), un director de orquesta bien establecido permanentemente en el extranjero por  el trabajo. La coppia non può avere figli e sta cercando di adottare un bambino. La pareja no tiene hijos y está buscando adoptar un niño. Un giorno alla donna viene diagnosticata una lieve forma di anemia che richiede il consumo di molta carne rossa. Un día, la mujer fue diagnosticada con una forma leve de anemia que requiere el consumo de una gran cantidad de carne roja. Alina inizia così a frequentare una macelleria, dove un giorno scopre il titolare ( Miki Manojlovic ) durante un focoso rapporto sessuale con la cassiera nel retrobottega. Alina comienza a asistir a una carnicería, donde un día se descubre el propietario ( Miki Manojlovic ) durante una relación sexual ardiente con una casera en la parte posterior. Alina resta molto colpita dalla scena e così, sola, annoiata ed attratta dall'uomo, decide di invitarlo a casa sua, dove i due saranno travolti dalla passione più sfrenata... Alina queda muy impresionado por la escena así, sola, aburrida y atraída por el hombre, decide invitarlo a su casa, donde los dos se sentirá abrumado por la pasión desenfrenada (1)


A Palermo, Alina, donna brillante e piena d'iniziativa, dirige una galleria d'arte dove cerca di dare spazio soprattutto alla creatività femminile. Il marito Daniele è affermato direttore d'orchestra e il lavoro lo porta a viaggiare molto. Non avendo figli, decidono di avviare le pratiche per l'adozione. Un giorno, dopo aver accompagnato Daniele all'aeroporto, Alina ha un malessere in galleria e sviene. Il medico le dice che ha bisogno di una cura ricostituente per recuperare le forze e le prescrive un'alimentazione a base di carne fresca. Allora Alina va nel negozio vicino alla galleria, dove c'è un macellaio simpatico, sempre scherzoso e prodigo di allusioni maliziose con le clienti. Con Alina invece scambia solo rapidi sguardi e una notte la donna, sola a casa dopo aver rifiutato le avances di Lorenzo, ex vice direttore della galleria, sogna di fare l'amore con il macellaio. Nel frattempo le viene proposto in adozione un bambino difficile, che va ad incontrare in un quartiere periferico di Palermo. Tornata a casa, trova in segreteria il messaggio del marito, che la informa dell'imminente ritorno, e del macellaio, che le annuncia il suo arrivo per la mattina seguente. Quando si presenta, il macellaio trova la porta socchiusa ed entra. Alina l'aspetta ed ha con lui un lungo, appassionato rapporto che va avanti tutto il giorno. Quando lui è andato via, il marito annuncia via fax che sta tornando. Alina dalla terrazza di casa guarda il panorama intorno con espressione inquieta e preoccupata.




macellaio_Alba_Parietti_Aurelio_Grimaldi-011.jpg


Critica
"Ridicolo fumettaccio erotico del regista Aurelio Grimaldi, impegnato sì, ma solo a mostrarci l'inespressiva Parietti Desnuda". (Massimo Bertarelli, 'Il giornale', 5 giugno 1998)(2)


Alimentazione povera? Consigliamo una dieta a base di carne ed una passione "bestiale" con un macellaio in stile Christian De Sica che, in un noto spot del passato, domandava alla cliente: "Glielo ripongo nella vaschetta?". Aurelio Grimaldi ha frequentato Tinto Brass e s'è bevuto il cervello, dimentica un onorevole passato di scrittore e regista (da Mery per Sempre a Le Buttane: splendidi ritratti femminili!) e si prende dannatamente sul serio con un soft-porno "psicologico" senza psicologia, (s)godevole come uno pseudo-intellettuale che si riempie la bocca di concetti aulici con il solo scopo di "riempire la bocca" della malcapitata di turno. Liberamente ispirato a "Le boucher" di Alina Reyes, "vanta" la presenza di un'arrapante soubrette televisiva e finisce con lo specchiarsi nell'artificiosità del suo corpo rifatto, con un erotismo esibito e non rubato, annegato negli stereotipi sull'immaginario sessuale femminile quando, al contrario, aspira a teorizzare (senza moralismi) il vuoto interiore di una moglie fedele che non resiste al richiamo dell'istinto più animalesco. L'oggetto del desiderio poteva essere l'idraulico, il postino, ma Grimaldi ci tiene (!) a sottolineare che la carne macellata crea atmosfera, che la competizione con altre donne stimola il desiderio, che gli opposti si attraggono (sottotitolo: moglie ideale di un uomo belloccio, sofisticato e di successo cade tra le braccia "mache" d'un proletario), che la mosca bianca si eccita nel carnaio "nero" (la scena del mercato non è casuale). Dopo un infinito congresso carnale, parallelo al concerto trionfante del marito cornuto, Grimaldi insinua il dubbio che il tutto sia solo la fantasia d'una mente sull'orlo della follia (la Parietti che canta, alienata?); senz'altro la pellicola è il parto di un saccente che non conosce i propri limiti.Niccolò Rangoni Machiavelli(3)


macellaio_Alba_Parietti_Aurelio_Grimaldi-020.jpg

Lo so, potremmo anche evitare di tirar fuori dall’oblio questa escursione psico-pecoreccia firmata da Aurelio Grimaldi e recitata, si fa per dire da Alba Parietti, ma la tentazione è troppa e il Bruttissimo chiede udienza.
La Parietti, oggi opinionista da talk show, dopo aver intrapreso la carriera di conduttrice-cantante-modella tenta l’ennesima carta lanciandosi in un’improvvida prova d’attrice.

Torniamo alle origini di questo Bruttissimo da Razzie Awards, il regista e sceneggiatore Aurelio Grimaldi dopo lo script dell’ottimo Mery per sempre e la regia de Le buttane, decide di reclutare Alba Parietti per un erotico all’italiana di quelli che lasciano il segno nel senso peggiore del termine. 
Ne Il macellaio, la sensuale Alina donna brillante e dalla vita agiata, oltremodo  trascurata da un marito direttore d’orchestra sempre in viaggio, si trastullerà in giochi erotici a base di spezzatino e quarti di bue con un macellaio erotomane all’insegna del macinato d’autore.

Inutile dire che Grimaldi ci ha provato a metterla sull’introspezione psicologica tra le risate di scherno della critica, mentre alla Parietti non era bastata la sua siciliana da dimenticare nel pessimo Abbronzatissimi del 1991, ma ha voluto aggiungere il carico una serie di acrobazie pecoreccio-alimentari che bisseranno le memorabili e goderecce anguille della Marini in Bambola.

Il macellaio di Grimaldi ci fa rimpiangere il trucidissimo fornaio Cecco di Fantozzi contro tutti, magistralmente interpretato da Diego Abatantuono che seduce la signora Pina con una serie di doppisensi da manuale:

"Che le do oggi signora vuole i sfilatino, o le do to tutto il filone…sono tre chili e lascia…ce lo ficco dentro il sacchetto?" Petro Franco(4)

macellaio_Alba_Parietti_Aurelio_Grimaldi-012.jpg

It seems that director Aurelio Grimaldi did not waste the viewer's time with irrelative details. The central theme of story is about an upper class wife (Alba Parietti) who owns an art gallery, finds herself attracted to the thing she always disliked. Being a vegetarian, one day, she dropped down and was taken to a psychologist, who recommended that she should start eating meat since her body is lacking iron vitamin. While her husband away, she was exposed to the world of meat and the process of meat-cutting in the butcher's shop. She forced herself to accept the change from being a vegetarian to a normal meat consumer. Then, and towards the second part of the movie, the story takes a different track. It is a soft-porno, and it fits in the genre of erotica. Alba Parietti face's expression during the process of meat-cutting in the butcher's shop push the art of erotic films two steps ahead. I highly recommend this movie for some who enjoys erotica as an art.(5)

CITAS:
  1. http://it.wikipedia.org/wiki/Il_macellaio
  2. http://www.cinematografo.it/pls/cinematografo/consultazione.redirect?sch=35324
  3. http://www.spietati.it/z_scheda_dett_film.asp?idFilm=3044
  4. http://www.ilcinemaniaco.com/i-bruttissimi-il-macellaio/



Comentarios

Publicar un comentario

Entradas populares de este blog

EL DECAMERON

NOS HABIAMOS AMADO TANTO

LA LUNA